AMBASCIATORE DELL'OCEANO

Marcello Di Francesco

Marcello è un premiato fotografo subacqueo dal 2008, specializzato nell’immagine naturalistica sottomarina. Grande appassionato di viaggi, in quasi dodici anni di attività ha collezionato oltre 3.000 immersioni in giro per il mondo. Oggi è giudice FIPSAS (Federazione Italiana Pesca Subacquea e Attività Subacquee) per il campionato nazionale di fotografia subacquea ed è stato spesso invitato a far parte di giurie nazionali e internazionali per concorsi di fotografia.


"Sono nato e vivo in una città di mare, e il mare per me è sempre stato una presenza costante nella vita. Ho iniziato fin da bambino a esplorare i fondali di casa con maschera e pinne ma è solo grazie a un viaggio alle Maldive che ho veramente scoperto la bellezza delle immersioni. La sensazione di bellezza e benessere che ho provato durante la mia prima immersione non mi ha più abbandonato. "



L'esperienza subacquea più memorabile?

Ogni immersione è una nuova grande sfida ed esperienza, per cui è difficile dire quale sia la più memorabile... Se mi fermo per un momento e cerco di ricordare, mi si disegna subito un sorriso in viso, la mente corre veloce a quei momenti vissuti e mi sembra di poterli rivivere per sempre. Quello che ricordo con più piacere è sicuramente l’esperienza nell'Oceano Indiano con le megattere. Ogni anno durante la loro migrazione verso le acque tropicali, alcune femmine si dirigono in una baia nell’isola della Riunione per dare alla luce i propri piccoli. Interagire con questi cuccioli di pochi giorni di vita, vedere la loro curiosità nello scoprire per la prima volta un uomo credo sia stato davvero qualcosa di indimenticabile.

Qual è il tuo pesce guida (o mammifero/rettile) e perché?

La vita di tutti i giorni va affrontata con coraggio e secondo me il pesce che maggiormente rappresenta questa virtù è il pesce pagliaccio. In lui riconosco un grande senso di responsabilità e un istinto innato di protezione nei confronti della propria famiglia, che è disposto a difendere a ogni costo. Solo chi ha provato a fotografarli può capire quanto coraggio abbiano questi piccoli esserini, che, per nulla intimoriti dalla nostra presenza, non esitano un solo secondo ad affrontarci (anche con le cattive maniere) per cercare di allontanarci dal loro anemone.

L'immersione dei sogni: dove e con chi (vivente o meno)?

Da bambino mio padre mi regalò un’enciclopedia sugli oceani con i racconti e le immagini di Jacques Cousteau e della mitica Calypso. Se potessi esprimere un desiderio mi piacerebbe tornare indietro nel tempo e far parte del suo equipaggio per una spedizione indimenticabile. C'erano molti luoghi famosi che a quel tempo erano ancora inesplorati: il Mar Rosso, Sipadan, Wakatobi... Non riesco nemmeno a immaginare l'emozione di esplorarli per la prima volta!

Guardando al futuro, invece, mi piacerebbe poter trasmettere questa mia grande passione a mia figlia Greta che al momento ha solo 4 anni. Immergermi con lei sarà sicuramente un sogno.

Il componente Aqua Lung preferito?

La mia attrezzatura Aqua Lung preferita è di sicuro l’erogatore Leg3nd. Affidabile, robusto e leggero, posso utilizzarlo sia per le immersioni poco profonde nelle calde acque tropicali sia per le immersioni più tecniche.

Come ti avvicini a coloro che non praticano immersioni per coinvolgerli e invogliarli a imparare a immergersi?

Sono un istruttore subacqueo, insegnare è una delle mie più grandi passioni, ma è soprattutto grazie alla fotografia che posso far conoscere il mondo sommerso a chi ancora non si immerge e non lo conosce. Credo sia una grande fortuna poter visitare gli oceani e da questo privilegio sento la responsabilità di dover raccontare quello che vedo e provo durante le mie avventure.

Qualche talento nascosto?

Mi piace cucinare, è una cosa che mi rilassa. E a quanto pare sono un bravo cuoco!

Segui le avventure di Marcello: